Voto

7

Il terzo album del progetto di Jack White è un’ironica mascalzonata: il sound di quattro canaglie che, come nella migliore delle tradizioni rock and roll, danno vita a una simil-jam session di brani che scorre velocemente, ma lascia il segno.

Ci si lascia cullare dal ragliare sfrontato di Alison Mosshart in I Feel Love (Every Million Miles), vera star del progetto – con buona pace di Mr. White – e trascinatrice; come anche in Open Up, ballata dal sapore gotico che sfocia in un tripudio garage rock, e via dicendo.

Tanti meriti a Mosshart, Fertita e Lawrence per averci regalato tre quarti d’ora di puro e scatenato divertimento, quindi. White? Davvero pensate che abbia bisogno di ulteriori complimenti per dimostrare quanto sia diventato una colonna portante del music business, qualsiasi progetto decida di mettere in piedi? Divertente, molto.

Christopher Lobraico