I Technoir hanno capito una cosa: la definizione di genere musicale è un concetto superato. La loro musica prende le mosse dalla black music, per poi espandersi in diverse direzioni con la capillarità di una ragnatela. In tal senso, il loro ultimo lavoro New Ecosystem MUsically Improved aka NeMui è quanto di più esemplificativo potessero creare per esprimere il loro eclettismo.

Durante i 45 minuti di durata, l’ascoltatore si confronta con 12 tracce che spaziano dal jazz al soul, dall’elettronica più soft ad accenni di dubstep. Elements collide ne è un chiaro esempio: la produzione e la voce sono un sali scendi continuo in cui nessuno dei due diventa mai realmente protagonista ma cede sempre un po’ di spazio alla ricerca del mix perfetto. Questo è il principio secondo cui si muove tutto il loro discorso: produzione e voce devono viaggiare sui medesimi binari per cercare di restituire un’atmosfera efficace, a seconda del mood che desiderano creare.

Dopo una serie di concerti che li hanno portati in giro per tutta la penisola, venerdì 12 gennaio, il pubblico di Linoleum avrà l’occasione di sentirli dal vivo. Vi aspettiamo!

Marco Bianchessi