Atmosfera rilassante e line-up curiosa. È questo il binomio che ha decretato la riuscita del primo appuntamento del festival targato Costello’s, tenutosi lo scorso giovedì 13 luglio a Milano. L’etichetta, che si sta dando molto da fare nell’ambiente milanese, ha chiamato all-in puntando sul piatto le punte di diamante del proprio roster: Vikowski, Gospel, Le Pinne, Bonetti, I Miei Migliori Complimenti, Pagliaccio, I Nastri e Liede.

La scelta di allestire i due palchi nella corte interna di Mare Culturale Urbano è stata vincente: la sensazione di trovarsi a casa, nell’ambiente raccolto del cortile all’aperto, ha valorizzato le esibizioni di artisti che si erano già fatti notare nella scena milanese di questo inverno. Costello’s ha selezionato attentamente anche i propri alleati per l’allestimento dell’evento, facendosi spalleggiare da Raster, la rassegna musicale che ha animato i giovedì sera invernali di Mare.

Dall’orario dell’aperitivo fino a mezzanotte abbiamo potuto sentire live quegli artisti che seguiamo da mesi: dalla coinvolgente profondità di Vikowski alla scanzonata performance de Le Pinne, passando per il rock farcito di elettronica de I Nastri, l’esibizione acustica di Bonetti e quella “sintetica” de I Miei Migliori Complimenti; senza dimenticare la leggerezza dei Pagliaccio, il rock “puro” dei Gospel e la magnetica architettura compositiva di Liede.

A mezzanotte staccano la musica: il vicinato di zona San Siro deve dormire, ma la musica continua senza amplificazione con Liede, circondato da un capannello di persone che incita ancora la sua chitarra acustica per qualche pezzo. Non fermerete la festa.

Gaia Ponzoni