1. Antieroe

Interpretata dall’affascinante Krysten Ritter, la protagonista è una supereroina non convenzionale. dalla morale discutibile e con un disturbo da stress post traumatico: un bel mix, esplosivo e coinvolgente. Questo atteggiamento la rende infatti unica tra le protagoniste femminili: dalla vita sregolata e senza freni, politicamente scorretta (ruolo solitamente affidato alle controparti maschili), incontrollabile, tormentata da sensi di colpa e da tendenze autodistruttive, Jessica Jones incarna tutto ciò che un eroe classico non dovrebbe essere, il suo senso della giustizia porta inevitabilmente lo spettatore a tifare per lei.

2. Alias investigations

In una parola? Banale. Di tutta la serie, questo è forse l’unico vero grande neo: la protagonista possiede un’agenzia investigativa; gran colpo di scena, mai visto niente del genere… Si poteva fare decisamente meglio di una parodia di CSI.

3. Trish

Trish (Rachel Taylor) è la sorella di Jessica, nonché classico braccio destro della protagonista. In un universo popolato da superpoteri, Trish rappresenta ed emblematizza il valore della normalità: a una donna forte non servono i superpoteri e, a differenza di Jessica, può fare affidamento solo sulla propria forza di volontà.

4. Melissa Rosenberg e il noir

Dalla creatrice della serie tv Dexter, ecco un altro colpo andato a segno per la sceneggiatrice Melissa Rosenberg: tutto è curato fin nei minimi dettagli, dalla colonna sonora all’ambientazione, dagli effetti visivi ai costumi.

5. Un David Tennant da paura

Il supercattivo di questa serie tv è proprio lui, il Dottore. Non si sa si molto del personaggio, avvolto da un oscuro passato e con un conto in sospeso verso Jessica. L’interpretazione di David Tennant è spettacolare, e riprova la cura e la qualità della selezione del cast.

Giada Portincasa

Potrebbero interessarti: