Il regista Ridley Scott ha da poco festeggiato 80 anni. La sua carriera è stata costellata da decine di capolavori indimenticabili che hanno portato diversi sequel, come la saga di Alien (una lunga serie di film fantascientifici), ma anche Blade Runner, che di recente ha visto uscire un notevole remake con il vecchio protagonista Harrison Ford e un giovane Ryan Gosling che non lo ha fatto certo rimpiangere con la sua interpretazione. Ma, a questo punto, si parla di un classico intramontabile che è entrato nei cuori di tutti i fan di Ridley Scott e del cinema in generale: Il Gladiatore.

Nei primi mesi dell’anno il regista aveva accennato alla possibilità di “resuscitare” il suo eroe Massimo Decimo Meridio, spiegando a sua idea per questo strano “ritorno”. In effetti, il maestro della fantascienza ha trovato una soluzione piuttosto in linea con questa sua tendenza: un viaggio nel futuro. Il Gladiatore si troverebbe di fronte al figlio di Lucilla, ormai diventato un persecutore di cristiani. Nel suo viaggio scopre anche che il proprio figlio, creduto morto, è in realtà vivo. La sceneggiatura del film è stata scritta in parte nientemeno che da Nick Cave, amico e collaboratore di Ridley Scott.

Suonerà forse un po’ strano per i fan più accaniti, dato che la trama (se sarà davvero questa) non rispecchia molto lo stile del primo indimenticabile film e potrebbe sembrare una forzatura. L’idea di un sequel, comunque, viene dalla volontà di ripetere il successo strepitoso del primo film, che ha sbancato al botteghino e ha superato i limiti dello schermo cinematografico creando un vero e proprio franchise: dall’abbigliamento ai giochi di casinò a tema, dalle citazioni celebri riutillizate in ogni campo (“Al mio segnale, scatenate l’inferno!”) alle esultanze calcistiche. Insomma, un successo planetario che difficilmente sarà replicabile, soprattutto con una trama così poco “antica”. Magari il sequel troverà dei fan proprio tra gli appassionati di fantascienza.

Intanto, aspettando il ritorno del Gladiatore, Ridley Scott ha diretto il suo ultimo film Tutti i soldi del mondo, con qualche difficoltà. Infatti, a seguito dello scandalo sulle molestie sessuali contestate a Kevin Spacey, il ruolo di protagonista è stato affidato a Christopher Plummer, che ha dovuto rigirare tutte le scene di Spacey in tempo record. Il film è atteso nelle sale americane il 22 dicembre. Non ci resta che aspettare fiduciosi le novità!

La Redazione

Potrebbero interessarti: