Voto

7

“Sono tra Rocky e Creed / Fra Harden e Shaquille O’Neal / Tra A$AP Rocky e B.I.G. / … / Nike, Fila, Ellesse, Supreme” (Iconic). Ensi riesce a giocare su basi diverse – alcune più old school altre più fresh – grazie a una tecnica affinata con una lunga gavetta.

Con V il rapper torinese si fa staffettista del rap italiano, quel rap che non punta alle classifiche né alle hit, ma porta con sé uno spessore tecnico diventato ultimamente una rarità. Non è l’autotune il protagonista del disco: la luce è puntata sulle metriche, in cui Ensi intreccia in modo impeccabile temi e vocaboli apparentemente distanti tra loro.

Il re del freestyle si conferma un valido rapper anche nello studio di registrazione. Un ottimo risultato, che deve molto all’ingrediente principale del lavoro: l’amore per la famiglia nuova e per quella vecchia, rispettivamente mamma (Mamma Diceva), moglie (Noi) e figlio (Vincent) – al quale si riferisce anche il titolo del disco.

Anna Laura Tiberini