Voto

6

Maturazione e tanta nostalgia: due elementi contrapposti che realizzano il successo già preannunciato di Divide. Un album che brano dopo brano non concede tregue, trascinando l’ascoltatore attraverso l’ormai consueto sound eterogeneo del cantautore britannico, che spazia dalla dancehall al pop più intimo ed elegante.

Tra prese di coscienza (Eraser), hit (Shape of You e What Do I Know? che ammicca al Justin Bieber di Love Yourself, scritta proprio da Sheeran) e ballate sdolcinate – ma mai patetiche – (Happier e l’amata How Would You Feel (Paean)), Ed Sheeran conferma uno sviluppo artistico che fa della semplicità il proprio punto di forza, collocandosi tra i migliori interpreti pop della nostra generazione.

Christopher Lobraico

Potrebbero interessarti: