Voto

7

Il regista partenopeo Francesco Patierno rende omaggio alla grande Valentina Cortese – definita da molti “l’ultima diva”, gloriosa memoria di un passato sfavillante e auratico ormai lontano – attraverso il documentario Diva!, presentato alla  74ª edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Patierno alterna sequenze tratte dai più celebri film interpretati dalla Cortese a monologhi di ben otto attrici, tra le più in vista sulla scena italiana contemporanea, che vestono i panni della diva rievocando i momenti più intensi della sua vita. Dall’esordio a Hollywood e dal turbolento matrimonio con l’infedele Richard Basehart, al ritorno al teatro, in Italia, e all’appassionante storia d’amore con Giorgio Strehler.

Le attrici che hanno l’onore/onere di impersonare la diva – tra le quali svetta incontrastata Isabella Ferrari, per maturità ed esperienza – guardano in camera, si appellano direttamente allo spettatore consegnandogli tutta la portata emozionale di un mondo che non c’è più, quello della Hollywood classica, fucina di bellezza, sogni e utopie. Sebbene la giustapposizione delle vicende biografiche di Valentina e di quelle finzionali dei film da lei interpretati appaia talvolta forzata e a tratti pretestuosa, risulta nel complesso efficace nel confezionare un ritratto inedito e completo di un’artista straordinaria, forse ingiustamente poco nota dal grande pubblico.

Giorgia Maestri