Voto

7.5
 

Il 2016 ha visto un Donald Glover impegnatissimo su tutti i fronti: interpreta Earnest “Earn” Marks nella serie tv Atlanta, sarà Lando Carlissian nello spin off di Star Wars in uscita il 15 dicembre e, nel frattempo, ha preparato un nuovo disco ed è diventato papà.

Awaken, My Love! arriva negli scaffali dei negozi carico di sorprese e novità: Childish Gambino si spoglia delle vesti da rapper dei precedenti Kauai (2014) e Because the Internet del 2013 (che gli aveva portato non poco successo con la hit 3005) e si destreggia a meraviglia tra sonorità che vanno dal funk al rock psichedelico. Il disco si snoda tra un omaggio al groove di Prince (Redbone) e abbondanti riferimenti ai Parliament Funkadelic, suggeriti da brani come Riot ma anche dalla copertina, che si rifà chiaramente a Maggot Brain (1971).

L’ultimo lavoro di Glover risulta più maturo anche dal punto di vista dei testi, che parlano di temi sociali (Boogieman) e di quanto il successo sia effimero (Zombies), ma anche dell’amore per la famiglia (Baby Boy).

Childish Gambino guida così l’ascoltatore in un sorprendente viaggio negli anni ’70, un viaggio così inaspettato che lascia tutti a bocca aperta.

Anna Laura Tiberini